Il confinamento in Italia (livello A2)

italian cities lockdown coronavirus

Italian cities lockdown coronavirus

13 Novembre 2020

Ecco un’altra puntata del nostro blog.

Questo può essere complementare alla vostra lezione di italiano (Italian class). Può aiutarvi a capire la cultura italiana (Italian culture) e la lingua italiana (Italian language).

Sono un’insegnante di italiano come seconda lingua e ho vissuto a Londra per decenni. Sono sposata con un uomo inglese e abbiamo due figli. Nel settembre 2020 abbiamo deciso di trasferirci nel mio paesino originario che si trova in Italia fra il Lago di Como e le Alpi.

Con questo blog intendo scrivere della nostra vita, della bellezza della natura, del ritorno a casa, e così via, ma non voglio dare l’idea di una vita idillica, non lo è.

La scelta di venire in Italia ora

Io e mio marito Robin a volte ci diciamo: non è strano che con tutte le opportunità che abbiamo avuto di venire in Italia, abbiamo scelto l’anno di Covid e di Brexit. Peggio di così non potevamo fare! Ma poi ridiamo. Il momento ideale non esiste, esiste solo il fare o il non fare. Le difficoltà ci saranno sempre.

Il lockdown

Come negli altri Paesi, anche in Italia è iniziato il secondo confinamento, o ‘lockdown’ come preferiscono chiamarlo anche in Italia. Le istruzioni sono abbastanza chiare, non è possibile uscire dal nostro paesino, è meglio lavorare da casa se possibile, si può uscire per fare la spesa e per fare moto, la maggior parte dei negozi è chiusa. Credo che il nostro confinamento sia simile a quello di altri Paesi. Ci sono però delle particolarità, per esempio: gli estetisti sono chiusi, ma i parrucchieri no. I negozi di abbigliamento sono chiusi ma quelli di intimo no. Anche i negozi che vendono giocattoli sono aperti. Sono sicura che ci sia una logica in queste scelte, forse.

Covid

Per quanto riguarda Covid, la situazione è leggermente più allarmante per noi, non perché ci siano molti casi ma perché non abbiamo ancora il medico di famiglia. Fortunatamente mio marito e i miei figli hanno appena ricevuto i documenti necessari e domani finalmente andremo all’ufficio competente che spero ci assegnerà un medico. Per quanto riguarda me, ancora non li ho ricevuti, cercherò di non ammalarmi!

Apprezzare le piccole cose

Comunque, è ancora possibile uscire per fare moto e visto che le giornate di sole sono ancora abbastanza calde, usciamo per fare delle belle passeggiate. Ci accontentiamo di godere di queste cose semplici: il sole, l’aria pulita, il cibo italiano, la famiglia e la natura che ci circonda.

Annunceremo il nostro prossimo blog sulla pagina Facebook:

https://www.facebook.com/italianinlondon

If you like to subscribe to this newsletter, please insert your email address below:

La misteriosa cassetta di kiwi (livello A2)

italian kiwi

Italian kiwi

Ecco un’altra puntata del nostro blog. Questo può essere complementare alla vostra lezione di italiano (Italian class). Può aiutarvi a capire la cultura italiana (Italian culture) e la lingua italiana (Italian language).

I kiwi misteriosi

Oggi sono scesa di sotto e fuori dalla porta ho trovato una cassetta di kiwi. Che sorpresa! Ma chi li avrà lasciati? Forse mio marito è andato al mercato? Forse è un regalo? Oppure, li ho comprati io e poi li ho dimenticati fuori? Sto perdendo la memoria? Continua a leggere per scoprire la risposta.

Il trasferimento

Sono italiana, ma vivo a Londra da decenni, sono sposata con un uomo inglese e abbiamo due figli. Recentemente ci siamo trasferiti in un piccolo paese dove vivono ancora i miei fratelli e dove anche noi abbiamo una casa.

A Londra non c’è più nessun membro della nostra famiglia, nè di quella inglese, nè di quella italiana. C’è un fratello di mio marito ma abita lontano. Quindi i nostri figli normalmente non vedono il resto della nostra famiglia, tranne quando siamo in vacanza in Italia.

Ora che ci siamo trasferiti, mio fratello, o come lo chiamiamo in casa, lo zio Enrico, ci fa spesso delle sorprese.

Siamo fortunati, visto che quest’anno ha deciso di prendere un anno sabbatico. Mio fratello è single, così ogni settimana viene a pranzo da noi e poi gioca con i bambini. Ridiamo e raccontiamo vecchie storie della nostra famiglia. Usiamo il nostro lessico familiare*, un linguaggio nostro che solo una persona della famiglia può capire. Alle volte basta una smorfia o un movimento delle mani, per capire di cosa o chi si stia parlando.
Un giorno sono scesa di sotto e ho trovato una cassetta di kiwi. Ecco che lo zio dopo aver raccolto i kiwi dalle sue piante, li ha lasciati fuori dalla nostra porta di casa per farci una sorpresa.
Grazie zio Enrico!

Nel nostro prossimo blog scriveremo un aggiornamento divertente sul fatto di non avere ancora il medico di famiglia. A venerdì!

*Lessico Familiare è un libro scritto da Natalia Ginsburg, lo consiglio agli studenti di lingua italiana, in quanto relativamente facile da leggere ma soprattutto molto bello.

Annunceremo il nostro prossimo blog sulla pagina Facebook:

https://www.facebook.com/italianinlondon

If you like to subscribe to this newsletter, please insert your email address below:

La riscoperta di casa (livello A2/B1)

italian landscape

Italian landscape

30 ottobre 2020

Ecco un’altra puntata del nostro blog. Questo può essere complementare alla vostra lezione di italiano (Italian class). Può aiutarvi a capire la cultura italiana (Italian culture) e la lingua italiana (Italian language).

Sono un’insegnante di italiano come seconda lingua e ho vissuto a Londra per decenni. Sono sposata con un uomo inglese e abbiamo due figli. Nel settembre 2020 abbiamo deciso di trasferirci nel mio paesino originario che si trova in Italia fra il Lago di Como e le Alpi.

Per più di vent’anni ho vissuto a Londra, ne sono stata attratta, l’ho desiderata, mi sono immersa con piacere nel suo ritmo frenetico. L’ho conosciuta pian piano, l’ho amata, l’ho criticata e infine è diventata casa. Non avevo nostalgia dell’Italia nè il desiderio di tornare, o forse sì.

Ora che sono tornata in Italia, anche qui mi sento a casa. Si tratta però di una senzazione strana fatta di familiarità ma anche di sorpresa e di scoperta. Mi sorprendo a guardare dalla finestra, vedo la montagna che sovrasta tutte le altre ed è come se la vedessi per la prima volta. Non ho mai notato i suoi colori che cambiano drammaticamente con il cambio di stagione. La trovo bellissima. La natura mi circonda, e ogni volta che la guardo la sento sussurrare. Le montagne in particolare mi parlano della sua maestà, del suo potere e della sua protezione.

Care montagne mi siete mancate!

Annunceremo il nostro prossimo blog sulla pagina Facebook:

https://www.facebook.com/italianinlondon

If you like to subscribe to this newsletter, please insert your email address below:

Il nostro autunno in Italia (livello A2)

autumn in italian

Autumn in Italian

21 ottobre 2020

Ecco la seconda puntata del nostro blog. Questo può essere complementare alla vostra lezione di italiano (Italian class). Può aiutarvi a capire la cultura italiana (Italian culture) e la lingua italiana (Italian language).

La nostra avventura continua

Mio marito ed io abbiamo deciso di trasferirci in Italia da Londra con i nostri due figli. Ci siamo trasferiti a settembre 2020. Abbiamo preso questa decisione per far fare ai nostri figli un’esperienza di vita in un paese piccolo e a contatto con la natura.

Il nostro paesino è su un piccolo lago, collegato al lago di Como e circondato da montagne. Dalle nostre finestre vediamo ogni giorno i primi segni del cambiamento di stagione. I picchi delle montagne hanno iniziato a coprirsi di neve e dove erano verdi stanno cambiando colore.

Festività e occasioni autunnali

A Londra, la nostra famiglia ha sempre festeggiato Halloween. In Italia invece, specialmente dove viviamo, non è particolarmente popolare e quindi abbiamo deciso di far scoprire ai nostri figli altre tradizioni tipiche della nostra zona.

La prima tradizione è relativa alle castagne. La raccolta e la preparazione delle castagne è una tradizione di tutte le famiglie della zona. Anche noi abbiamo portato i bambini in montagna per raccogliere le castagne.

Abbiamo poi invitato i nostri più cari parenti e amici, arrostito le castagne sul fuoco e passato un pomeriggio con del buon vino e della buona compagnia.

Altre festività tipiche dell’autunno sono il festeggiamento di Ognissanti e della commemorazione dei morti. La commemorazione dei defunti è infatti una festività antichissima che precede il cristianesimo. Un dolce tipico italiano di queso periodo si chiama proprio ossa dei morti ed è un dolce delizioso che al nord ha un colore scuro ed è coperto di zucchero. Gnam gnam!

Riusciremo a risolvere il nostro problema?

Vi ricordate, uno dei nostri problemi è stato non avere il medico di famiglia. Seguite il blog per sapere se questa storia ha un lieto fine 😉.

Annunceremo il nostro prossimo blog sulla pagina Facebook:

https://www.facebook.com/italianinlondon

If you like to subscribe to this newsletter, please insert your email address below:

La nostra nuova vita in Italia (livello A2)

moving to italy

Moving to Italy

Ottobre 2020

Sono italiana, ma vivo a Londra da decenni, sono sposata con un uomo inglese e abbiamo due figli. Abbiamo una casa in Italia e tutte le estati passiamo lì le vacanze. La nostra casa si trova in Lombardia nel nord d’Italia fra il Lago di Como e le montagne. Mio marito si è innamorato della campagna e della montagna italiane e così abbiamo deciso di passare un po’ di tempo in Italia e a settembre 2020 ci siamo trasferiti con i nostri due figli nel paesino dove sono nata che si chiama Novate Mezzola.

I nostri bambini hanno iniziato ad andare a scuola e a conoscere nuovi amici. Parlano già l’italiano ma non molto bene e fortunatamente si stanno ambientando felicemente.

Io e mio marito prima di trasferirci abbiamo pensato ai vari problemi che avrebbero potuto sorgere, ma specialmente io, non ho voluto considerarli troppo per evitare di crearmi paure e di cambiare idea sul trasferimento. Così ho deciso di affrontare i problemi nel momento in cui sorgono. Questo approccio in un certo senso positivo, non è sempre consigliabile in quanto una volta arrivati abbiamo dovuto fare i conti con la burocrazia italiana e internazionale. Per esempio non abbiamo ancora il medico di famiglia!! Comunque, considero questi ostacoli parte della nostra avventura.

Nel trattempo, l’autunno è arrivato portandosi una luce diversa, i suoi bellissimi colori e i suoi frutti dolci e ricchi. Nel prossimo blog, parlerò proprio di questo e di come stiamo assaporando le tradizioni tipiche della nostra zona sostituendo agli amati Halloween e alle celebrazione del 5 novembre, la festa delle castagne e le celebrazioni di Ognissanti e dei Morti.

Il segreto sta nell’essere felici ovunque siamo, capendo e abbracciando quello che di meglio ci offre la cultura locale.

Alla prossima!

5 WAYS TO BE MORE ITALIAN IN LONDON THIS SUMMER

how to be more italian

You don’t necessarily have to hop on a plane to feel like an Italian this summer! London is bursting with Italian culture; amongst its many restaurants, events and art, there is no excuse for you not to practise your language skills.  Here are a few ideas on how to immerse yourselves in the language and culture of Italian London.

  1. Celebrate at the ‘Festa Italiana’

On Sunday 22 July 2018 the streets of London’s EC1 will be painted green, white and red as the Italian community of Clerkenwell and St Peters Italian Church put on the greatest show of the summer; known to the Italians of London as ‘Festa Italiana’ or Processione della Madonna del Carmine.  A great place to meet other Italians and surround yourself by the sounds and smells of Italy. Try some delicious porchetta and wash it down with a refreshing summery Spritz! Don’t miss out.

  1. Be an Italian bookworm

Summer is a great time to start a new book so make it an Italian one! The Italian bookshop in Kensington is an excellent place to browse and buy a quality book or a graded one for less advanced students.  They also host regular talks and book presentations so check out their events to add to your diary!

  1. Enjoy pure screen classics

Movie fans will enjoy a trip to Cinema Italia held monthly at London’s historic The Regent Street Cinema in Oxford Circus.  Visit the home of Italian contemporary films in the UK where you can choose from a programme of summer films, events and documentaries.

  1. Sip on arty aperitivo

Fancy your aperitivo in art form? then drop into the Estorick Collection in Canonbury Square N1, for a history lesson about one of Italy’s most celebrated drinks brand – Campari. ‘The Art of Campari’ exhibition, which is on until September, showcases the best of the brand’s rich heritage in creativity and design, you’ll want to sip on one after this!

  1. Refresh your Italian – Get ready for September

If you need to spice up your language skills why not sign up to our adult courses for September.  Or if you would like your children to learn,  then it’s not too late to enrol them to our new children’s classes in North London.

Italy, the cultural cornucopia

Italy, the cultural cornucopia

What is the culture of Italy

Italy is so rich with cultural and natural attractions that even if you have been before, you can easily choose different and less obvious places to visit.

When I talk to people about Parla Italiano, my school which teaches Italian, people are surprised that we have such success with teaching Italian in Palmers Green, and that our school is growing. Not many people know that, even if Italian is not widely spoken, it is the fourth most studied language in the world. Italian is studied for a number of reasons: for tourism, because of family ties, others simply love the language, but many more are attracted to it by the amazing Italian cultural heritage.

Italy is home to 51 UNESCO World Heritage Sites, the largest number of any country in the world. Some of these include the historic centres of Rome, Naples, Pisa, Siena and Venice. But Italy is so packed full with treasures that many secondary cities are also listed on the World Heritage Sites and are little jewels to discover, getting away from the beaten track. For example cities such as Urbino, Ferrara, Ravenna, the Trulli at Alberobello, and so on are all listed.

I have been asked recently about places to visit. I would suggest looking up the UNESCO list, exclude the major cities, and organise yourself a lovely tour of those amazing less known places. You will find less tourists and at the same time see some breath-taking works of art and nature.

According to one estimate, Italy is also home to half or more of the world’s art treasures. Overall, the nation has an estimated 100,000 monuments of any sort (churches, cathedrals, archaeological sites, houses and statues) and over 3 thousand museums.

So, if you are passionate about art, no matter where you go you will have something to discover. I’m also very health conscious and always try to be careful of what I eat and exercise when I can. I was researching health supplements and came across one that peaked my interest. I ended up trying it and was very happy with the results. Kratom capsules is what they are called. I highly recommend them. If this is something you feel you might want to look into then I suggest you visit their site. Their link is http://kratommasters.com. I hope they work as well for you as they did for me!

My students all love Italy and the Italian culture which is the reason why they are learning Italian. Learning the language is the vehicle with which to learn about the culture and to understand more about it. At Parla Italiano, we have a number of courses covering various levels from complete beginners to more advanced. Classes are small and teaching is professional. New classes start at the end of September. Our course schedule is available online: https://www.parlaitaliano.co.uk/current-and-forthcoming-classes/